Sonetto scritto ascoltando i suoni di un'arpa eolia

Sonetto scritto ascoltando i suoni di un'arpa eolia

Credit Immagine

Così incantevole e leggiadro sulle onde del mare
increspato dalle violente tempeste, quel suono correva,
avrebbe potuto mitigare il suo rude auriga,
riducendolo ad uno zefiro; e poi morì,
liquefacendosi in una melodia; - ed io intravvidi,
trasportato da una corrente magica, la forma
di un saggio Druido, che nelle orecchie lontane
riversava la sua canzone solitaria, e a cui la sorgente rispondeva:
o pensai di udire il rintocco funebre del pellegrino infelice,
perduto in qualche foresta incantata,
suonato da esseri invisibili; o sono questi suoni
simili a quelli che di notte sono noti per innalzarsi
nella solitaria brughiera, uditi dal solitario pastore
mentre mantiene la sua triste guardia, presagenti la morte?

Guarda il mio canale youTube

Ti piace?

Se apprezzi il mio lavoro e vuoi contribuire al mantenimento del sito: effettua una donazione!!!
Non esitare... qualsiasi importo sarà gradito :-)

Dona con PayPal

Scarica Evangelium!

La prima edizione inedita del mio libro, scaricabile GRATIS in formato digitale ADESSO