Contenuto nascosto perché non hai accettato i cookie di marketing

Modifica il consenso

Thanatopsis

Thanatopsis

A colui che entra in comunione con l’amore
della Natura e con le sue forme visibili, Ella parla
un linguaggio variegato; nelle sue ore più felici
ha una voce di gioia, un sorriso
ed una sciolta eloquenza, e scivola
nei suoi più oscuri pensieri con una mite
e curatrice armonia, che fa svanire
la loro asprezza prima che se ne accorga. Quando le idee
dell’ultima amara ora arrivano come un influsso maligno
sul tuo spirito, e le immagini più tristi
della rigida agonia, ed il sudario, e il drappo funebre,
e l’oscurità soffocante, e la casa angusta,
ti fanno rabbrividire, e accrescono la malattia nel cuore, -
esci, vai sotto al cielo, e guarda
tutte le bellezze della Natura, mentre da ogni cosa -
dalla terra e dalle sue acque, dalle immensità dell’aria,-
proviene una voce tranquilla – Tuttavia ancora poco e tu
non vedrai più il sole che tutto guarda
nel suo corso; la tua immagine esisterà
solo nel grembo del freddo suolo, la tua pallida forma
verrà custodita, insieme a molte lacrime, non più
nell’abbraccio dell’oceano. La terra che ti nutrì chiede
che tu rinasca ancora,
e, persa ogni traccia umana, accetti di non essere più
un essere individuale,
e ti mescoli per sempre con gli elementi,
vuole che tu diventi il fratello dell’insensibile roccia
e dell’inerte zolla, che il rude contadino
rivolta con il suo vomere, e calpesta. La quercia
stenderà le sue radici e trafiggerà il tuo terriccio.

Eppure tu non sarai mai solo nel tuo eterno
luogo di riposo – non potresti desiderare
giaciglio più splendido. Dormirai
con i patriarchi del mondo appena nato – con i sovrani,
con i potenti della terra – con i saggi, i buoni,
le fanciulle più belle, i canuti veggenti delle ere passate,
tutti insieme in un possente sepolcro. – Le colline
nervate di rocce e antiche come il sole, - le valli
che si distendono in meditabonda quiete,
i venerabili boschi – i fiumi che scorrono
maestosi, e i ruscelli mormoranti
che verdeggiano i pascoli; e poi il tetro oceano
che tutto intorno espande la sua melanconia, -
sono solo le solenni decorazioni
della grande tomba dell’uomo. Il sole dorato,
i pianeti, tutto l’infinito esercito del cielo,
luccicano sulle tristi dimore della morte,
attraverso il placido scivolare degli anni. Ciò che calca
il globo è solo un piccolo gruppo di tutte le tribù
che dormono nel suo grembo. – Prendi i venti
del mattino – percorri il deserto Barcano,
o perditi nell’ininterrotta foresta
che arrotola l’Oregon, e non sentirai alcun suono,
eccetto i suoi brusii – eppure – i morti sono lì:
e sono milioni in quelle solitudini, da quando i primi voli
della storia cominciarono, accogliendoli
nel loro sempiterno sonno – facendone il regno dei morti.
Così tu riposerai – e non ti importerà se lascerai questa
vita ignorato da tutti, senza alcun amico
che ti accompagni nella partenza. Il tutto dividerà
con te il tuo destino. L’allegro riderà
quando te ne sarai andato, la solenne prole di ansie
camminerà a stento, e tutti seguiranno
il loro fantasma preferito; tuttavia tutti questi lasceranno
la loro gioia e le loro occupazioni e verranno qui,
a dividere il letto con te. Man mano che il lungo corteo
degli anni scivolerà in avanti, i figli degli uomini,
il giovane nella primavera della vita, e colui che entra
nella pienezza del vigore, la matrona, la fanciulla,
il dolce bambino, e il vecchio dai capelli grigi, -
uno dopo l’altro si raccoglieranno accanto a te.
Uno dopo l’altro ti seguiranno.

E allora vivi, perché quando ti chiameranno per unirti
all’infinita carovana che si muove
verso quel misterioso regno, dove tutti prenderanno
la loro camera nelle silenti sale della morte,
tu non arrivi come lo schiavo in una miniera di notte,
flagellato, ma sempre sostenuto e alimentato
da una fiducia risoluta, e allora ti avvicinerai alla tomba,
come colui che avvolge il drappeggio del suo giaciglio
attorno a lui e si sdraia ad aspettare sogni deliziosi.


Contenuto nascosto perché non hai accettato i cookie di marketing

Modifica il consenso

Ti piace?

Se apprezzi il mio lavoro e vuoi contribuire al mantenimento del sito: effettua una donazione!!!
Non esitare... qualsiasi importo sarà gradito :-)

Contenuto nascosto perché non hai accettato i cookie di marketing

Modifica il consenso

Scarica Evangelium!

La prima edizione inedita del mio libro, scaricabile GRATIS in formato digitale ADESSO