Contenuto nascosto perché non hai accettato i cookie di marketing

Modifica il consenso

Il bambino morto

Il bambino morto

Dormi, piccolo, dormi
l’ultimo, il migliore dei sonni,
e sulla tua fronte,
e sul tuo petto tranquillo,
io getterò delle violette.
I tuoi pochi anni
sono stati miei per troppo poco tempo;
la vita non aveva paure
che potessero disturbare il tuo piccolo sorriso
con ansie o lacrime:

riposa, e sii
per sempre un bambino!
Non a malincuore,
non per profanare la tua vita,
io recito questa poesia.

Il tuo sonno è così profondo,
che nessun uomo ti sveglierebbe;
io piango a fatica,
sono solo e rassegnato.
Condivido il tuo riposo.

Sì, sono morto,
morto qui con te, oggi, -
tutto è finito
e riposi accanto a me,
accanto alla mia testa stanca.

Sarà il meglio per te!
Ah, bambino così stanco di giocare,
confesso:
voglio venire con te,
e condividere il tuo riposo!


Contenuto nascosto perché non hai accettato i cookie di marketing

Modifica il consenso

Ti piace?

Se apprezzi il mio lavoro e vuoi contribuire al mantenimento del sito: effettua una donazione!!!
Non esitare... qualsiasi importo sarà gradito :-)

Contenuto nascosto perché non hai accettato i cookie di marketing

Modifica il consenso

Scarica Evangelium!

La prima edizione inedita del mio libro, scaricabile GRATIS in formato digitale ADESSO